Pollo borracho – Kung-Food

Provato per la prima volta in un ottimo ristorante messicano che si trova a Vicenza (non ho dubbi nel definirlo il miglior messicano che abbia mai provato), il pollo borracho è una ricetta propria non solo della tradizione culinaria del Messico ma anche di quella di Cuba e di altri Paesi dell’America Latina, come il Perù.

La variante messicana è però la più famosa e, opinione molto personale, la migliore tra tutte. In buona sostanza il pollo borracho (la traduzione letterale è pollo ubriaco) consiste in pezzettini di pollo cotti con tequila e crema bianca: una vera squisitezza, un piatto delicato che una volta provato vi lascerà a bocca aperta.
Anzi, se lo provate, aspettiamo con ansia i vostri commenti al riguardo: ricordate di servire il pollo borracho con del riso, insalata tagliata a striscioline, pomodori a pezzetti, formaggio, tortillas e le salse di rito, come la salsa allo yogurt ed il guacamole.

INGREDIENTI
8 fette di petto di pollo 2 confezioni di panna da cucina 2-3 bicchieri di tequila Sale: q.b.

Pepe: q.b.

PREPARAZIONE POLLO BORRACHO

Per preparare il pollo borracho iniziate tagliando il petto di pollo a striscioline o a pezzetti, quindi mettetelo a marinare in una ciotola contenente la tequila per circa una mezz’ora, dopo di che scolatelo ma tenete da parte la tequila.

Prendete una padella piuttosto capiente e fatevi cuocere il pollo a fuoco lento, stando bene attenti che non si attacchi; proseguite nella cottura fino a quando il pollo non diviene bianco. Nella ciotola preparate ora la tequila avanzata con la panna da cucina e le spezie: mescolate per bene ed aggiungete il tutto al pollo in cottura, lasciando cuocere per altri 5 o 10 minuti, giusto il tempo che la salsa si restringa leggermente. Servite il pollo borracho con insalata, pomodoro, formaggio e tortillas.