Bull Shot – Kung-Food

Il cocktail Bull Shot nacque negli Stati Uniti attorno agli anni ’60, entrando nelle codificazioni IBA molto più tardi, solamente a partire dal 1987. Il nome di questo drink è ovviamente di origine inglese e letteralmente significa “proiettile per toro”, anche se il vero significato è “proiettile per un toro scatenato”, stando a sentire gli esperti e gli studiosi di cocktail. Infatti, nella versione fredda il Bull shot è consigliato soprattutto durante la mattinata, come ricostituente per chi ha trascorso una notte intensa dedita al divertimento ed ai bagordi, necessitando pertanto di un drink che rinvigorisca le membra e la mente. Nella versione calda, invece, il Bull shot è considerato un ottimo aperitivo o un integratore di un pasto leggero. La preparazione della versione fredda e di quella calda differisce: provatele entrambe così da capire quale preferite.

INGREDIENTI 3/10 di vodka neutra 6/10 di consommè di manzo 1/10 di succo di limone Alcune gocce di tabasco Alcune gocce di salsa Worcester Sale: q.b. Pepe: q.b.

Sale di sedano: q.b.

PREPARAZIONE
Per la versione fredda: ponete uno dopo l’altro gli ingredienti con poco ghiaccio cristallino o nello shaker o nel boston americano. Shakerate energicamente e versate nel tumbler.

Per la versione calda: preparate il Bull shot direttamente nel tumbler, ponendo prima degli ingredienti lo stirrer e successivamente il consommè ben caldo, la vodka, il succo di limone, le gocce di salsa Worcester, il tabasco, il sale, il pepe ed infine il sale di sedano.