Tzatziki – Kung-Food

La cucina greca può vantare molti piatti squisiti ma lo tzatziki smirneico è sicuramente una delle ricette più rappresentative della tradizione gastronomica ellenica. Il sapore di questa salsa è molto particolare, rendendola molto versatile e adatta ad accompagnare tantissimi piatti di varia natura, dal pesce alla carne, dalle insalate al riso. Lo tzatziki oltre ad essere uno degli ingredienti dei gyros e del souvlaki greci, è anche un componente del kebap turco che tanto piede sta prendendo nel nostro Paese. Il nome dello tzatziki deriva dalla parola turca “cacik” ma nonostante le origini elleniche questo alimento si è presto diffuso anche in Bulgaria, dove viene chiamato “tarator” ed in Iraq, dove è invece denominato “djadjik“.

INGREDIENTI Yogurt greco: 400 gr. 4 spicchi d’aglio 1 cetriolo 4 cucchiai di olio d’oliva 3 rametti di aneto 2 cucchiai di aceto bianco

Sale: q.b.

PREPARAZIONE
Come prima cosa dovete lavare e grattugiare il cetriolo, buccia compresa, in maniera piuttosto grossolana; mettetelo in un colino per un’oretta così da far scolare il liquido di vegetazione. Passato questo tempo strizzatelo con il dorso di un cucchiaio, dopo di che tritate finemente l’aglio e pestatelo in un mortaio così da ricavarne una vera e propria crema.

Prendete una terrina e metteteci lo yogurt, aggiungendo il cetriolo, l’aglio e mescolando per bene; ora versate alternatamente l’olio d’oliva e l’aceto mescolando con una frusta oppure un cucchiaio. Infine aggiustate di sale ed aggiungete per ultimo l’aneto tritato. Lo tzatziki può essere gustato anche da solo con del pane di tipo toscano o con verdure crude.