Shakshuka – Kung-Food

Piatto tipicamente algerino e tunisino, la shakshuka è stata successivamente introdotta nella cucina israeliana dagli ebrei tunisini immigrati in Israele. Gli ingredienti principali che compongono la shakshuka sono i pomodori, la cipolla, l’aglio, i peperoni, il pepe nero, spezie varie e le uova.

La parola shakshuka deriva comunque dal berbero e significa “mistura“. Solitamente questo piatto è accompagnato dal pane o dalla pita, come molti altri piatti nordafricani; non molto diffusa in occidente, questa ricetta è invece comune sia tra gli israeliani che tra gli ebrei sefarditi, che solitamente consumano la shakshuka a colazione, nel periodo invernale. Solitamente viene cucinato in padelle monoporzione, da cui ciascun commensale mangia direttamente. Anche in sud Italia esiste una ricetta molto simile alla shakshuka, che però non contiene il peperone.

INGREDIENTI 1 uovo Polpa di pomodoro: 200 g. 1 peperoncino piccante secco 1 spicchio d’aglio 1 peperone tipo friggitello 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva Paprika: q.b.

Sale: q.b.

PREPARAZIONE SHAKSHUKA

Iniziate prendendo una padellina e rosolandovi l’aglio con l’olio ed il peperoncino, sino a quando l’aglio non imbiondisce leggermente; quindi aggiungete il pomodoro e fate cuocere come un normalissimo sugo al pomodoro piccante, salando quanto basta. Finché il sugo cuoce aggiungete il peperone (tagliato a metà e privato dei semi interni) e la paprika; quando il sugo è pronto e denso, rompete nella stessa padella l’uovo e fate cuocere a fuoco basso senza mescolare. Una volta che il bianco dell’uovo è compatto ma il tuorlo ancora piuttosto chiaro, togliete la padella dal fuoco e servite ben caldo. Accompagnate con del buon pane o della pita.