Scialatielli all'amalfitana – Kung-Food

Rappresentanti della cucina campana, gli scialatielli sono un piatto tipico di Amalfi, dove nacquero nel 1978 per mano dello chef Enrico Cosentino, che nell’occasione vinse il premio entremetier dell’anno.

Secondo alcuni, il loro nome deriva da due parole dialettali: “scialare” (letteralmente tradotto in godere) e “tiella-i” (la padella). Gli scialatielli sono più corti degli spaghetti, ma più larghi e di sezione rettangolare ed irregolare; nella tradizione campana vengono fatti a mano con farina, acqua e/o latte, basilico fresco tritato, formaggio grattugiato e sale. Vi proponiamo ora la ricetta degli scialatielli all’amalfitana, una vera leccornia ed un piatto non solo buonissimo, ma anche molto bello da vedere. Perfetto insomma per una certa di classe o a lume di candela.

INGREDIENTI PER GLI SCIALATIELLI Farina: 400 g. Latte: 100 ml. 3 foglie di basilico Formaggio caprino grattugiato: q.b. 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva Sale: q.b.

Pepe: q.b.

INGREDIENTI PER IL CONDIMENTO Vongole veraci, tartufi e cozze: 600 g. Seppioline: 250 g. Gamberetti sgusciati: 150 g. Pomodorini: 250 g. Olive verdi e capperi: 20 g. 2-3 spicchi d’aglio Olio extravergine d’oliva: q.b.

Prezzemolo: q.b.

PREPARAZIONE SCIALATIELLI ALL’AMALFITANA

Mettete la farina su una spianatoia, aggiungete lentamente il latte ed impastate; aggiungete quindi l’olio, il basilico tritato molto fine, il formaggio grattugiato, pepe e pochissimo sale. Lasciate riposare la pasta per circa 30 minuti dopo di che stendetela con il mattarello e tagliatela a striscioline. Mettete l’acqua sul fuoco ed una volta a bollire versate gli scialatielli.

Prendete una padella con un po’ d’olio e soffriggete l’aglio tritato finemente finché non diventa biondo; aggiungete ora i frutti di mare, le seppioline a pezzetti ed i gamberetti. Versate quindi i pomodorini e fate cuocere per 4-5 minuti, aggiungendo anche i capperi e le olive. Scolate gli scialatielli al dente e fateli cuocere nel sugo per un minuto scarso; infine spolverate il tutto con il prezzemolo tritato. Il gioco è fatto, gli scialatielli all’amalfitana sono pronti.