Baccalà alla ghiotta – Kung-Food

Il baccalà alla ghiotta è una ricetta tipica della tradizione siciliana e, come suggerisce il nome, è un secondo piatto davvero gustoso e saporito.

La ricetta non richiedere grandi abilità, ma se decidete di cimentarvi, ricordatevi che il baccalà va tenuto in ammollo per due o tre giorni prima di essere cucinato. Questa può essere un’alternativa alle classiche ricette, che più comunemente, si preparano con il baccalà. Preparato con polpa di pomodoro e patate, è arricchito da una serie di sapori e profumi, come capperi, pinoli, uva passa e olive, un mix di gusti che insieme creano un piatto perfetto, da condividere in famiglia o in una cena tra amici.

Ecco quindi la ricetta del baccalà alla ghiotta.

INGREDIENTI Baccalà: 500 g. Polpa di pomodoro: 350 g. Patate: 350 g. Capperi sotto sale: 30 g. Uva passa: 30 g. Pinoli: 30 g. 1 cipolla Olive bianche denocciolate: q.b. Olive nere denocciolate: q.b.  Prezzemolo fresco: q.b. Olio extravergine d’oliva: q.b.

Sale: q.b.

PREPARAZIONE BACCALÀ ALLA GHIOTTA

Dopo aver lasciato riposare, n un contenitore riempito di acqua il baccalà, per due giorni (ricordando di cambiare l’acqua più o meno una volta al giorno), scolatelo, tagliato a pezzi e mettetelo da parte. Nel frattempo, in una casseruola fate soffriggere la cipolla tagliata a fettine, le olive senza nocciolo, l’uva passa, i capperi e i pinoli. Dopo qualche minuti aggiungete anche la polpa di pomodoro.Cuocete a fiamma moderata e, passato qualche minuto, unite il baccalà  a pezzi.

Aggiustate di sale (attenzione a non esagerare, gli ingredienti sono già piuttosto salati), coprite e fate cuocere per almeno un’ora, a fiamma moderata. A metà cottura, aggiungete le patate sbucciate e tagliate a pezzi. Ricordatevi di rigirare  i pezzi di baccalà, ogni tanto, con un cucchiaio di legno. Una volta spento il fuoco, aspettate un quarto d’ora e poi servite il baccalà alla ghiotta.